Etna is a natural site, which became a UNESCO World Heritage Site in 2013.
It is the sixth of the most emblematic and active volcanoes in the world.
The vineyards of Palmento Costanzo fall within the Park area.

 

Etna Vulcano Active Heritage of Humanity

THE VOLCANO OF EMOTIONS

Profumi, colori e forme raccontano l’Etna il vulcano attivo più alto d’Europa (3350 m.). Un magico ambiente di terra, acqua, aria e fuoco, fanno di questo territorio uno scrigno di straordinaria biodiversità, unico al mondo.
Mungibeddu, o ‘A Muntagna, così è chiamato il vulcano dai siciliani, è un gioiello senza tempo, decantato da scrittori e poeti classici già 2.700 anni fa.
I detriti vulcanici e le condizioni pedoclimatiche hanno reso il territorio etneo fertile e particolarmente adatto all’agricoltura e alla coltivazione della vite e dei cru Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante e Catarratto.
Per sottrarre nuova terra fertile al vulcano, l’uomo ha creato, nei secoli, le tipiche terrazze etnee, pietre laviche unite a secco che disegnano un paesaggio unico.
Il Parco dell’Etna offre percorsi culturali, eno-gastronomici, magiche passeggiate per sentieri naturali e itinerari in “circumetnea”, una antica ferrovia del 1898 che consente quasi di circunavigare il vulcano e di regalare ai viaggiatori suggestivi scorci, del paesaggio lavico e piacevoli visite delle contrade e dei paesi etnei di Randazzo, Solicchiata e Passopisciaro, luogo dei nostri vigneti.
Il territorio vitivinicolo si identifica in Contrade, circoscritte aree geografiche che si differenziano una dall’altra per uno specifico microclima, organicità del suolo, esposizione al sole e ai venti. Palmento Costanzo, ubicata in Contrada Santo Spirito, possiede vigneti anche in Contrada Feudo di Mezzo e Porcaria.
Sono terrazzamenti collocati tra i 650 e i 780 metri s.l.m. nella fascia collinare che si estende tra la frazione di Passopisciaro, da molti riconosciuta come la zona principe della DOC. Qui nascono anche le migliori espressioni di Cru della DOC.
Nel giugno 2013, il monte Etna entra nella World Heritage List dell’Unesco conquistando un ruolo importante nel panorama mondiale.
PALMENTO COSTANZO

WINE ON INSTAGRAM