L’Etna

L’Etna è un sito naturale, diventato Patrimonio mondiale dell’Unesco nel 2013. E’ il sesto dei vulcani più emblematici e attivi del mondo. I vigneti di Palmento Costanzo ricadono proprio all’interno del Parco dell’Etna.

Siamo in Sicilia, provincia di Catania. Profumi, colori e forme raccontano la vicinanza del vulcano più attivo d’Europa, 3350 metri di altitudine e scrigno di una preziosissima biodiversità confortata da tutti gli elementi che lo rendono un luogo magico ed evocativo. Uguale a nessun altro al mondo.

I detriti vulcanici e le condizioni pedoclimatiche rendono la terra fertile e particolarmente adatta all’agricoltura, in special modo alla coltivazione della vite. L’uomo ha modellato nei secoli le pendici del vulcano creando le tipiche terrazze etnee sorrette da pietre laviche unite a secco che disegnano un paesaggio unico. Su questi ripiani che modellano le coste e risalgono il vulcano, la vite viene coltivata manualmente da secoli, alimentandosi di rivoli di acqua sotterranea che si creano grazie alla neve accumulata in inverno sulla sommità dell’Etna e da una piovosità che è da 5 a 10 volte superiore alla media dell’isola.

Incoraggiati dalla natura generosa e dalla dedizione degli uomini, qui crescono Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Carricante e Catarratto.