Nero di Sei Palmento Costanzo
Press

A Roma si studia Etna: due intensi giorni tra lezioni e tasting di 16 vini

Esclusivo evento dell’associazione  Italiana Sommelier a Roma con una Masterclass sui vini e territori dell’Etna.

L’appuntamento si è tenuto presso la sede dell’Associazione al Lifestyle Hotel ed è stato condotto dal presidente Ais Sicilia Camillo Privitera, giunto per l’occasione nella capitale, che ha introdotto, il numeroso pubblico presente, alla scoperta “dei vini del Vulcano” con una masterclass divisa in 2 incontri. La presenza della vite e la produzione del vino sulle pendici del vulcano Etna risalgono ad epoche remote. Omero, Virgilio, Plinio, Strabone celebrano nei loro scritti la qualità dei vini etnei e la fertilità del vulcano. Il ritrovamento di viti selvatiche scoperte sulle falde dell’Etna dimostra la presenza della vite già in epoca terziaria.

La produzione vitivinicola etnea entra nella storia nel VIII secolo a.C. con i coloni greci, che introdussero la forma di allevamento nota come alberello egeo. Nel XIX secolo Catania, con il territorio viticolo dell’Etna, raggiunse la massima superficie vitata con circa 8.000 ettari. Nel ‘900 la fillossera e la grande crisi commerciale determinarono una forte diminuzione della superficie vitata.
Dopo la crisi economica del 1960 la vitivinicoltura dell’Etna si è andata sviluppando seguendo i modelli viticoli ed enologici più moderni.

Leggi tutto…