Rose selvatiche in vigna Etna
Blog

Rose selvatiche in vigna, spie di salute dell’Etna

La primavera porta energia nel vigneto, ma anche possibilità di ammalarsi per le viti. Per proteggere i nostri alberelli usiamo le sentinelle più naturali di sempre: le rose selvatiche in vigna.
La vite è una pianta forte e resistente, ma può essere soggetta a malattie se non adeguatamente protetta. Per farlo noi usiamo solo trattamenti naturali, con prodotti come rame e zolfo, che tengono lontani oidio, malbianco e peronospora.

Per avere dei segnali anticipatori della salute delle viti, tuttavia, esiste un metodo tutto naturale (oltre che bellissimo): le rose selvatiche in vigna.

Sull’Etna fin dall’antichità avevano scoperto che le rose selvatiche in vigneto  riuscivano ad anticipare i sintomi di eventuali malattie che avrebbero colpito la vite.
Ecco perchè ancora oggi coltiviamo le rose selvatiche in vigna, ponendole soprattutto in testa ad ogni terrazzamento perchè sono le sentinelle buone del nostro vigneto.
Accanto alle rose altri fiori accompagnano la stagione primaverile dell’Etna: la ginestra con il suo colore giallo che spicca sulla sciara, le margheritine che spuntano a ciuffi piccoli e bianchi, a colorare di sfumature d’arcobaleno i nostri campi.

Sappiamo che li ritroverete nel calice quando assaggerete i vini Palmento Costanzo.